Questa città australiana potrebbe fare un cambiamento che salverebbe così tante vite Pit Bull

Questa città australiana potrebbe fare un cambiamento che salverebbe così tante vite Pit Bull

Olivia Hoover

Olivia Hoover | Direttore | E-mail

(Nota: "Pit Bull" non è in realtà una razza: in Nord America, il termine Pit Bull si riferisce spesso all'American Pit Bull Terrier, all'American Staffordshire Terrier, allo Staffordshire Bull Terrier e ad ogni combinazione di questi. o il Regno Unito - le persone tendono a separare Staffordshire Bull Terrier dalla classificazione Pit Bull, anche se sono tutti discesi dagli stessi Bulldogs-Terrier che hanno combattuto nelle "fosse" nel 1800).

Nel 2011, un bambino piccolo è stato ucciso a morte da un cane vicino a Melbourne, in Australia. Di conseguenza, un divieto a livello cittadino è stato posto sui cani di tipo Pit Bull. Ora, un rapporto parlamentare rilasciato di recente ha una commissione che riconsidera il divieto.

Il rapporto ha rilevato che il divieto non è stato efficace dal momento che la razza di un cane non può essere determinata con precisione dalla sola vista. Questo problema è stato meglio evidenziato dal caso del 2012 di un cane di nome Mylo che è stato sequestrato da casa sua quando gli ufficiali di consiglio hanno stabilito che si trattava di un Pit Bull basato unicamente sul suo aspetto.

La famiglia di Mylo ha combattuto la determinazione, e alla fine è stata in grado di farlo tornare da loro quando un test del DNA lo ha dimostrato essere uno Staffordshire Bull Terrier. Mylo è stato detenuto nel braccio della morte del consiglio della sterlina per quasi 2 anni prima che la decisione fosse annullata.

Patrick Walsh, presidente dello Staffordshire Bull Terrier Club of Victoria, è incoraggiato dalla relazione parlamentare. I membri dello staff sono stati a lungo classificati erroneamente come Pit e hanno subito discriminazioni a causa di ciò. Casi come Mylo stanno costringendo sempre più aree del mondo a valutare individualmente ciascun cane accusato di aggressione, piuttosto che semplicemente condannarlo in base alla loro razza o aspetto.

Walsh ha detto The Age Victoria:

Nessun cane è pericoloso nelle mani giuste. Ho già incontrato Pit Bulls e non ho mai avuto problemi con loro, ma i proprietari erano responsabili. È come i bambini - se i genitori non li portano bene, causano un problema.

Il comitato è stato anche influenzato a riconsiderare il divieto di Melbourne sulla base del fatto che gli studi non sono riusciti a dimostrare in modo conclusivo che i Pit Bull sono più aggressivi o pericolosi degli altri cani. Le richieste per l'abrogazione del divieto hanno citato i resoconti inesatti e sensazionalistici sugli "attacchi di Pitbull" da parte dei media, così come il "panico morale" da parte del pubblico.

Mentre molte importanti autorità su queste questioni sostengono la rimozione del divieto, tra cui la RSPCA, Animals Australia e l'Australian Veterinary Association, ci sono ancora quelli che non sono sicuri. La famiglia del bambino la cui tragica morte ha scatenato la decisione del 2011 di imporre il divieto ha dichiarato il loro desiderio di vedere sanzioni più severe per i proprietari di cani che commettono attacchi violenti.

Jaala Pulford è il ministro dell'Agricoltura a Melbourne. Ha chiesto di estendere l'attuale interruzione all'eutanasia obbligatoria dei Pitbull mentre considera il rapporto e cosa è meglio per tutti i lati. Per ora, nessun cane sarà condannato a morte a Melbourne semplicemente per avere caratteristiche simili a un Pit Bull.

Dobbiamo mantenere la comunità al sicuro e fare in modo che le nostre leggi abbiano bisogno di essere efficaci - è per questo che abbiamo chiesto al Parlamento di rivedere queste leggi in modo da poterle fare bene.

Il comitato ha inoltre presentato le seguenti raccomandazioni basate sulla relazione parlamentare, che può servire da compromesso per tutte le parti del dibattito:

- Eliminare l'obbligo di mettere la museruola ai levrieri non da corsa -Creazione di un database di tutte le registrazioni e attacchi di cani -Difeste più severe per i proprietari di cani a razza ristretta che non li registrano correttamente o li tengono in modo sicuro

Speriamo che la sospensione temporanea dell'esecuzione per i cani del tipo Pit Bull di Melbourne diventi una decisione definitiva. Se è così, possiamo contarli come la prossima città in una tendenza crescente dei comuni mondiali che stanno facendo a meno della legislazione discriminatoria sulla razza ingiusta.

H / T a The Age Victoria

Immagine in vetrina via @ FeDellomo / Instagram

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add