Petco estrae ufficialmente tutti gli ossequi Made-in-China dagli scaffali

Petco estrae ufficialmente tutti gli ossequi Made-in-China dagli scaffali

Olivia Hoover

Olivia Hoover | Direttore | E-mail

Tre applausi per Petco! Non vendono più nessun prodotto per la casa in Cina, che potrebbe rappresentare un rischio per la salute dei nostri amici pelosi.

Come riportato l'anno scorso, Petco aveva promesso di ritirare tutti i prodotti per cani e gatti prodotti in Cina dai loro negozi entro la fine del 2014. A partire da lunedì 5 gennaio 2015 questa promessa è diventata realtà. Sìì!

Non solo non troverai trucchi fatti in casa nei negozi, ma non li troverai in vendita sul sito Web di Petco.

La mossa arriva dopo che migliaia di animali domestici sono morti o si ammalano dopo aver mangiato spuntini a scatti che provenivano dalla Cina dal 2007. Mentre la FDA non è mai stata in grado di trovare un legame diretto tra le prelibatezze fatte in Cina e le morti e le malattie di così tanti i nostri amici pelosi, Petco, decise che trasportare le delizie non valeva più il rischio che potesse rappresentare per la loro salute.

Mentre il rivenditore di prodotti per animali domestici, per molti anni, non portava alimenti per animali domestici prodotti in Cina, la decisione di smettere di portare le delizie sembrava un gioco da ragazzi.

"In qualità di partner fidato per i genitori di animali domestici, crediamo che questa sia la cosa giusta da fare e siamo orgogliosi di compiere questo passo nell'interesse degli animali domestici", ha dichiarato Jim Myers, CEO di Petco. "Ciò di cui nutriamo i nostri animali domestici è importante, e questa pietra miliare sostiene il costante impegno dell'azienda nel mettere i nostri clienti, partner, animali e le comunità che serviamo per primi".

Inutile dire che amiamo le nostre creature coccolose come la famiglia e speriamo che altri piccoli rivenditori possano presto seguirne l'esempio. La salute e la sicurezza degli animali domestici non sono forse la cosa più importante di tutte? (Direi che la risposta è un sonoro "Sì!")

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add